“Ora tocca al dodo” su Continuum

“Ora tocca al dodo”

Racconto scritto con Elena Di Fazio e pubblicato sulla webzine Continuum, 2009

Illustrazione di Giovanna Loia
LA webzine

Continuum è una rivista online storica della fantascienza italiana dei primi anni 2000.

“Era il gennaio del 2000 quando usciva il numero uno di questa rivista, fondata da Roberto Furlani insieme a un fan di lunga data come Fabio Calabrese.” Ne parla l’articolo di Fantascienza.com “Dieci anni di Continuum”.

AL momento Continuum è offline. Ma ci auguriamo che torni presto a pubblicare!

Trovi “Ora tocca al dodo” anche nella raccolta di racconti “Lezioni Sul Domani”

 

Il racconto: “Ora tocca al dodo”

 

“Ora tocca al dodo”: incipit

 

– Non guardarmi così. Non c’è niente di personale.

Lupe Rodriguez parlava con voce calma, come rivolgendosi a un bambino. Inginocchiata sulla sabbia, tra ciottoli vulcanici e sterpaglie secche, fissava il suo interlocutore, il quale non le opponeva che uno sguardo vacuo.

– Questa è la vita. Colpisco te prima che tu colpisca me.

Sollevò la pistola. L’essere piumato di fronte a lei non fece una piega, a eccezione di un fugace lampo di curiosità che gli si accese negli occhi. Sporse il becco e sfiorò la bocca dell’arma come a volerla saggiare, ma si ritrasse al contatto con il metallo.

La donna sospirò e accennò un sorriso. La luce del sole di Mauritius riverberava sulla sabbia e sulla canna della pistola. Il vento increspava l’oceano producendo un’eco ritmica, incessante. Ovunque si volgesse lo sguardo, il paesaggio sembrava creato a immagine del paradiso, qualora ne esistesse uno.

 

Illustrazione di Giovanna Loia
hanno detto

 

Ora tocca al dodo è una storia di viaggi nel tempo che si intrecciano con classici paradossi del genere, però vengono mantenuti fuori dalla narrazione che si concentra sull’originalità dell’idea. […] A parte alcuni particolari eccessivamente gore, il racconto è un piccolo gioiello che riesce a mantenere insieme un’idea originale, un tono ironico e una trama d’avventura: il risultato è una specie di romanzo in pillola, condensato, da mandare giù senz’acqua trattenendo il fiato durante la lettura.

IQ83, di Franco Ricciardiello su Ai margini del caos

In un racconto carico di tensione le scrittrici alternano scene di cruda violenza a momenti di sospensione della lotta nei quali emerge l’io dei personaggi. In alcuni di questi attimi c’è persino l’ abbandono all’idea di possibili futuri di pace, di solitudine, di bellezza, di pietà.
Il dodo, preda da massacrare o da ridurre a oggetto di studio in laboratorio, ha fatto la sua scelta.
Il dodo è ormai un feticcio! L’animale guida mio e di Elena Di Fazio, lo “impersoniamo” nel nostro blog di fantascienza “Lezioni sul domani”. Ed è anche un hashtag: #TEAMDODO