Archives for : romance

“La cospirazione dell’inquisitore”: prima presentazione!

Si tratta della prima presentazione del romanzo 🙂

Come saprai se mi segui o se hai letto il mio bilancino del 2019, partecipo spesso a presentazioni anche come relatrice.
Eppure, per organizzare questa c’è voluta l’insistenza del mio amico (nonché socio di scrittura) Franco Ricciardiello, che insieme alla libraia Valentina Marcoli mi ha invitata a questa prima uscita pubblica 🙂

Con Valentina Marcoli e Franco Ricciardiello ci sarĂ  anche Alice Uli Protto, musicista, artista e attivista, che leggerĂ  qualche brano tratto dal libro.

Proprio in questi giorni, un altro amico libresco mi ha fatto un grande regalo: ha letto il mio romanzo, superando la sua diffidenza per un genere che solitamente non lo avvince particolarmente, e ha scritto una recensione che mi ha poi inviato.
Giuseppe Cuminatto è un conoscitore della materia, dato che è marito, manager e primo fan della scrittrice di romanzi storici Elide Ceragioli. I due conoscono molto bene il Medioevo ed è grazie a loro se il mio romanzo ha potuto girare l’Italia, partecipando a eventi come il Festival del Medioevo, il Modena BUK Festival e la rassegna “Libri al centro” di Castelfranco Emilia, e finire tra le mani di nuovi lettori e lettrici.
Grazie!

Giuseppe Cuminatto e Elide Ceragioli a Castelfranco Emilia

Normalmente i libri li scelgo o mi vengono proposti per una recensione, ma in questo caso non è detto che vada oltre le prime pagine.
“La cospirazione dell’inquisitore” non l’ho scelto né mi è stato proposto: mi è capitato in mano; non sto a raccontare qui come. Non so se incontrandolo lo avrei scelto. Il titolo è sicuramente stimolante per un amante del romanzo storico. La copertina ha un suo fascino, anche se non sprigiona un’attrattiva immediata, ma ha bisogno di uno sguardo approfondito e attento per apprezzarne la bellezza e il valore, ma la scritta che definisce il volume un “romance storico” per me è fuorviante.

Continua a leggere la recensione di Giuseppe Cuminatto

Presentazione di “La cospirazione dell’inquisitore” di Giulia Abbate, Leggereditore
Sabato 18 gennaio 2020, ore 18:00
Mondadori Bookstore, va Cavour 4, Vercelli
Con Valentina Marcoli, Franco Ricciardiello, Alice Uli Protto, Giulia Abbate

Qui l’evento facebook
qui
la notizia dalle pagine Mondadori

Ti aspetto!

Se ti è piaciuto condividi, grazie!

“La cospirazione dell’inquisitore” compie un anno :-)

Giusto un anno fa usciva per Leggereditore (Fanucci) il mo romanzo storico “La cospirazione dell’inquisitore”.

Un parere su Facebook: Giulia Abbate – L’arte di scrivere felici

La sua uscita per un editore del calibro di Fanucci è stato per me un evento importante che mi ha dato l’opportunitĂ  di raggiungere tantissimi lettori e lettrici in piĂą, rispetto ai miei titoli di narrativa di fantascienza.



Continue Reading >>
Se ti è piaciuto condividi, grazie!

Ancora in tema rosa: lo stereotipo della superdonna e le disparitĂ  nelle narrazioni

Dopo la mia esperienza al Festival del Romance Italiano e dopo aver scritto io stessa un libro romance, ho iniziato a interessarmi anche a questo genere e ai tanti spunti e discussioni che riguardano la scrittura delle donne. Un tema che studio da tempo nella fantascienza, e che nel caso del romance è secondo me imprescindibile.

In questi ultimi anni, le questioni femministe sono tornate importanti e si prendono il giusto spazio, aiutate dall’ondata del #metoo, anche in riviste e contenitori generalisti, e in serie TV molto curate e attente a non cadere in vecchi stereotipi.
Una di queste, che sta facendo parlare di temi molto importanti, è Fleabag.

“Fleabag” racconta di una giovane donna londinese e della sua vita problematica, dovuta a una famiglia disfunzionale, alle difficoltĂ  economiche legate alla gestione di una caffetteria a tema porcellino d’India, che aveva aperto con la sua migliore amica, ora defunta, e alla sua instabile, quanto frenetica vita sessuale e sentimentale.

Da Wikipedia


Continue Reading >>
Se ti è piaciuto condividi, grazie!

Una mia intervista su Upside Down Magazine

La scrittrice e giornalista Silvia Casini mi ha intervistata in merito al mio romanzo storico “La cospirazione dell’inquisitore”.

L’intervista è uscita qualche giorno fa su Upside Down Magazine, ed è stata l’occasione per me di riflettere sui miei personaggi, sui luoghi della mia scrittura e sul messaggio di quello che ho scritto.

 

La tua vita in un tweet?

Continue Reading >>

Se ti è piaciuto condividi, grazie!

Il mio nuovo romanzo: “La cospirazione dell’inquisitore”

Buone notizie!

diario-th

Da qualche giorno è uscito per i tipi Fanucci il mio ultimo romanzo “La cospirazione dell’inquisitore”, nella collana Leggereditore, dedicata ai romance.
Per ora è disponibile in ebook, da metà gennaio circa uscirà anche il volume che potrai trovare in libreria.

cover

All’alba del XIV secolo, in un feudo isolato tra i boschi della marca papale, la vita della giovane vedova Elisa è sull’orlo del baratro. La sua più cara amica Gisella è stata arrestata con l’accusa di stregoneria, e l’infamia rischia di coinvolgere anche lei. Sopravvissuta a un’infanzia luttuosa, vedova dell’antico signore del feudo e madre di una figlia nata già orfana, secondo il buonsenso Elisa dovrebbe lasciare il mondo per entrare in convento. Invece lei resiste, per sua figlia e per sé stessa, con la speranza battagliera in un futuro migliore. E quando nel feudo arriva un potente inquisitore papale, la sua speranza si fa più concreta. Riccardo appartiene a un nobile casato milanese e prima di diventare frate domenicano è stato un uomo d’armi, esperto del mondo in tutti i suoi aspetti. L’attrazione tra i due scoppia inesorabile, ma l’inquisitore ha un compito difficile da portare a termine: da lui dipendono la vita o la morte di Elisa, e niente e nessuno potrà condizionare le sue decisioni. Riuscirà Elisa a scalfire il cuore indurito di Riccardo e a trovare in lui un alleato contro il destino che sembra tramarle contro?

(Epub su IBSebook su Amazon )

Sono davvero contenta per questo! Si tratta del coronamento di un percorso abbastanza breve per i miei standard (nel caso del mio primo romanzo Nelson, ho pazientato per più di dieci anni); un percorso che è stato contrassegnato dalla rottura dei miei soliti standard.

Continue Reading >>

Se ti è piaciuto condividi, grazie!