Ecco i miei segreti per scrivere, pubblicare… e vivere felici! – #scrivifelice

In questi ultimi tempi, mi sono dedicata a scritture e pubblicazioni che ti ho raccontato qui, su queste pagine.

salto-fanucci-2

Al Salone di Torino, TEAM FANUCCI! 🙂

Non dimentico però che questo blog è una casa, e oltre al mio diario di scrittrice contiene molto altro: è nata per condividere la mia convinzione che oltre a scrivere bene dobbiamo imparare anche a pubblicare bene.

Il che significa:

  • affrontare le difficoltà con uno spirito costruttivo,
  • bandire le illusioni e dunque le delusioni,
  • trovare la nostra strada integrando le nostre emozioni, anche quelle negative, in una visione di insieme
  • …per vivere bene e goderci l’esperienza della scrittura.

Era il 2015 quando ho aperto questo blog.
Ed era il 2012 quando parlavo di coaching letterario con Studio83 e proponevo il nostro coaching di scrittura:

Parliamo con gli scrittori: non si tratta “solo” di correggere una bozza, ma di segnalare gli errori seriali, e di testimoniare l’apprendimento e il miglioramento testo dopo testo.

Abbiamo fiducia nelle capacità e nelle potenzialità di chiunque si rivolga a noi. Non è una fiducia vaga, buonista: si basa sulla lettura dei testi e si nutre delle nostre competenze e dell’allenamento a vedere il meglio in ogni cosa.

Allora, ero una mosca bianca. Probabilmente sono stata tra le prime in Italia ad adottare questo punto di vista e a proporre un approccio da writing coach in tutti i servizi letterari offerti, dalla valutazione all’editing alla ricerca di un editore.

Oggi i coach fioccano, e la cosa in fondo mi fa piacere.
Perché vedo un approccio più costruttivo di quello che imperava quando ho iniziato a lavorare, un approccio che va a beneficio di tutt* coloro che amano scrivere.

Allo stesso tempo, continuo a studiare e mi rendo conto che, insieme a generali progressi, ci sono ancora cose che non si sanno, che non si dicono, che non si considerano… c’è anche tanto dilettantismo.

Non ci vuole niente a dirsi “editor” o “writing coach”: si tratta solo di aggiungere una riga al proprio biglietto da visita, in fondo!
Ma ci vuole molto a esserlo, a formarsi, a informarsi, ad approfondire, a dare coerenza, competenza e un aiuto vero a chi ne ha bisogno!

Ecco perché ho deciso di pubblicare una serie di consigli per chi ama scrivere e vuole farlo felicemente.
In giro non li ho trovati, ma ne conosco direttamente l’utilità: su di me, sulle centinaia di scrittrici e di scrittori che ho affiancato e che aiuto.

#scrivifelice

Sono piccoli suggerimenti che chiamerei la cassetta degli attrezzi della scrittura felice.

Seguimi in questo breve viaggio, e cercherò di darti qualche spunto di riflessione per fare il tuo percorso con più cognizione di causa, con più strumenti emotivi e in sostanza con più forza interiore.

Dal prossimo martedì, per otto settimane (otto è il numero dei post in preparazione) parleremo insieme di come scrivere in modo efficace, di come arrivare a una pubblicazione fruttuosa… e di come non perdere il buonumore lungo la traversata.

Non è un caso il fatto che pubblicherò questa importante serie in estate: siamo forse meno pressati, più propensi a fermarci… e se il neoliberismo non ci ha ancora completamente assoggettati, magari abbiamo anche qualche giorno di ferie! 😀

Un buon momento, quindi, per rallentare un po’ e considerare punti di vista nuovi, in previsione di una ripartenza più ricca.

Mentre leggi, inizia a capire dove vuoi arrivare, e vivi l’emozione di sapere che puoi.
Vento in poppa: si parte, dal prossimo martedì!

 

Se ti è piaciuto condividi, grazie!
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *